Seleziona una pagina

Era il 2014 quando iniziammo la nostra campagna a tutela del riso italiano, messo in pericolo da un vertiginoso aumento del 4.000% delle importazioni da Cambogia e Birmania, passate da 5 a 386 mila tonnellate.

Da allora non abbiamo mai lasciato soli i risicoltori e la nostra ininterrotta pressione istituzionale ha affiancato l’eccellente lavoro delle rappresentanze di categoria.

Ieri ho parlato personalmente con la Commissione Europea e, non essendoci veti di sorta, nella riunione di oggi dovrebbero essere confermate in via definitiva le misure per la salvaguardia del riso italiano ed europeo, introducendo un dazio di 175€ a tonnellata sul riso straniero.

Finalmente le oltre 4000 imprese e famiglie che producono un’eccellenza tutta italiana potranno respirare una boccata di ossigeno!