Le dichiarazioni post-12° round negoziale erano già state piuttosto eloquenti, ma ogni giorno arrivano nuove conferme: UE e Stati Uniti sono ancora LONTANISSIMI dalla ratifica del TTIP.

Sono infatti tanti i punti cruciali su cui l’accordo non decolla, come il riconoscimento delle IGP, l’innalzamento degli standard di protezione dei consumatori sul fronte USA, e l’accettazione di un sistema di dispute investitori-Stati più equo rispetto alla clausola ISDS tanto cara alle multinazionali.

Non è tutto, però: le ultime indiscrezioni parlano infatti di una Commissione europea “molto delusa” dalla proposta americana in materia di apertura degli appalti pubblici. L’Europa punterebbe infatti alla massima trasparenza nelle gare su entrambi i mercati e pretende l’accesso sia a livello federale, che a livello statale. Gli Stati Uniti, dal canto loro, nicchiano, e al momento concedono solo, e parzialmente, gli appalti pubblici federali.

Come uscire da questa situazione d’impasse? Io la soluzione l’avrei: facendo naufragare definitivamente questo folle trattato!