Ritorna il “6 politico”, ma questa volta i movimenti studenteschi non c’entrano. Si tratta dell’ultima trovata del Governo Gentiloni, che proseguendo il lavoro di Renzi ha approvato il decreto legislativo “Buona Scuola” secondo cui sarà IMPOSSIBILE bocciare uno studente sia alle elementari che alle medie, salvo casi eccezionali.

Un’educazione alla meritocrazia degna del Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli; che infatti in vita sua ha studiato ben poco…

Posto che la bocciatura non è una soluzione e di sicuro non è garanzia di una scuola moderna ed efficiente, come convincerò le mie figlie che studiare è importante per il loro futuro e che la vita è fatta anche di sacrifici, se poi avranno la stessa ricompensa di chi invece va a scuola solo per scaldare il banco?

Una cosa è certa: se una simile follia fosse stata approvata alcuni decenni fa, e fosse stata estesa anche all’Università, forse persino il Ministro Fedeli sarebbe riuscita a laurearsi…