Siete stufi di navigare su internet alla velocità di una tartaruga? Valerio Pagliarino, un giovane studente del liceo scientifico di Nizza Monferrato, ha la soluzione per voi!

A soli 16 anni Valerio ha trovato un espediente a dir poco geniale per permettere anche ai paesini più sperduti di godere della banda ultralarga. Ha capito che grazie alla tecnologia laser, e sfruttando i tralicci dell’alta tensione, è possibile portare in tutte le case internet a 500 mega sia in download che in upload, a fronte di costi 100 volte inferiori a quelli necessari per le infrastrutture a fibra ottica.

Un’invenzione così rivoluzionaria non poteva certamente passare inosservata, ed è infatti stata premiata dalla Commissione Europea che lo ha insignito del primo premio alla 28ma edizione del concorso “Giovani Scienziati”.

Faccio i miei più sinceri complimenti al geniale Valerio: la speranza è che l’Italia inizi ad investire veramente sui giovani talenti, e non li costringa ad emigrare all’estero per trovare fortuna…