Seleziona una pagina

In Europa esiste una sola grande frontiera per tutte le merci che arrivano dall’esterno, eppure esistono porti europei dove i controlli doganali sono rigorosi e attenti, e altri dove lo sono molto meno.

Le conseguenze sono gravissime: in primis per i consumatori, messi in pericolo dall’invasione di prodotti contraffatti e spesso pericolosi per la salute e l’ambiente, ma il danno è anche economico, visto che un tale contesto crea una distorsione dei traffici commerciali e un pregiudizio alle risorse finanziarie dell’Unione Europea.

Noi de M5S siamo stati i primi ad evidenziare con un documento ufficiale questa scandalosa situazione e ora chiediamo alla Commissione un intervento immediato per garantire l’armonizzazione dei controlli e uniformità nell’applicazione del diritto.

È finita l’era dei figli e figliastri: secondo voi si può davvero parlare di Unione se le regole non sono uguali per tutti?