Per un Renzi che cala le braghe di fronte al volere delle multinazionali, c’è un colosso europeo pronto a dire “stop” ai negoziati in corso per il TTIP.

La Francia, per bocca del Segretario di Stato per il Commercio Estero Matthias Fekl, ha infatti dichiarato che la totale mancanza di trasparenza dei lavori preparatori rappresenta una seria minaccia alla democrazia.

Non solo: secondo Fekl c’è ancora troppa asimmetria, con un’Europa che ha moltiplicato le proprie concessioni, e con gli Usa rigidamente ancorati sulle proprie posizioni. Un’assenza di reciprocità che rischia seriamente di vedere notevolmente abbassati i nostri standard, e che viene ritenuta inaccettabile dall’establishment francese.

Semplice pretattica per strappare condizioni più vantaggiose in sede di negoziato, o reale avversione verso un Trattato che stravolgerà le nostre vite?

Lo scopriremo presto…