Seleziona una pagina

Il CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo), l’organo che riunisce le organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori e delle imprese di tutta Europa, ha chiesto ufficialmente alla Commissione europea di “introdurre un quadro vincolante dell’Ue che stabilisca un reddito minimo adeguato in tutta Europa, adattato al tenore di vita di ciascuno Stato membro”.

E in Italia che succede? Chi dovrebbe tutelare i diritti dei più deboli attacca con ferocia e pregiudizio un provvedimento SACROSANTO!

I nostri sindacalisti abbandonino i panni dei politici, e si rimettano al servizio delle persone per contrastare DAVVERO il drammatico problema della povertà!