A dispetto delle dichiarazioni del Vice Cancelliere e Ministro dell’Economia tedesco Sigmar Gabriel, secondo cui il negoziato per il TTIP è di fatto fallito per via delle esose richieste degli statunitensi, oggi Angela Merkel in persona ha voluto tranquillizzare lobbisti e multinazionali.

Intervistata dal gruppo editoriale Funke Mediengruppe, la Cancelliera ha sentenziato: “Chiedo che i negoziati continuino”. Una dichiarazione motivata dall’elevato tasso di disoccupazione in diversi Paesi europei: “Dobbiamo sostenere – dice la Merkel – tutto quello che può creare posti di lavoro, e questo include gli accordi di libero scambio”.

Nel frattempo in Germania è pronta una nuova mobilitazione contro TTIP e CETA: il 17 settembre centinaia di migliaia di cittadini scenderanno nelle piazze delle principali città teutoniche per sottolineare, una volta di più, il proprio dissenso verso trattati carnefici del nostro futuro.