Seleziona una pagina

Oggi, per il mio primo discorso da capodelegazione del M5S della nuova legislatura, sono entrata in aula con una copia del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea.

Leggendolo, vi accorgerete subito di quante volte sia stato tradito negli ultimi anni: qui si parla di trasparenza, e poi ci sono riunioni in Consiglio a porte chiuse; si parla di principio di precauzione, e poi si vota a favore dell’utilizzo del glifosato; si parla di difesa dei lavoratori, e poi non esiste un salario minimo che difenda i diritti dei 500 milioni di cittadini europei.

Cambiamo il motore di questa Europa. Cambiamo insieme le regole, dando più potere al Parlamento europeo: l’Europa più viva siamo noi, gli unici legittimati dal voto popolare.

Ritorniamo alle origini. Ritorniamo a questo Trattato. Più solidarietà, più diritti, più sviluppo, meno lezioncine, meno direttori franco-tedeschi, e meno arroganza.

Insieme possiamo cambiare questa Europa: ce lo chiedono i cittadini!